Un iperlogico tradisce e difficilmente ci ripensa

Abbiamo già trattato l’argomento degli iperlogici, e l’abbiamo fatto in relazione al modo di sedurli. Tuttavia, quello che spesso si trascura quando si parla di questo genere di comportamenti, è che queste persone quando tradiscono spesso lo fanno con estrema convinzione, a differenza degli emotivi.

Link sponsorizzati

Per quanto possa sembrare strano, le persone iper logiche, arrivano a tradire, quando percepiscono all’interno della relazione che qualcosa dei loro principi base è andato perduto, questo si tramuta in una perdita totale di interesse, e la ricerca di un amante.

A differenza dell’emotivo che puà tradire per impeto, per passione, o semplicemente perché perde la testa, il tradimento della persona e iperlogica è un tradimento studiato, che spesso perdura nel tempo, e non è soggetto a ripensamenti.

Purtroppo, non è nemmeno facile capire le motivazioni che possono spingere una persona di questo tipo a tradire. Spesso nell’immaginario collettivo vive la convinzione che una persona possa essere al 100% iperlogica e che quindi piuttosto che tradire lasci il rispettivo compagno o la compagna.

Questo non esiste, non esistono persone che sono 100% iper logiche, come non esistono persone che sono 100% emotive. Quindi l’unica analisi che possiamo fare e, basata su persone che hanno dei tratti maggiormente logici rispetto alla parte emotiva o maggiormente emotivi rispetto alla parte logica.

E’ sempre importante  fare sempre questa premessa, perché purtroppo se ne leggono di tutti colori, tante persone parlano di cambiamenti di persone che ritenevano iper logiche senza rendersi conto che non esiste una persona che rispecchia al 100% i tratti di una o l’altra caratteristica.

Detto questo, è bene capire, che le persone estremamente logiche  possono perdere facilmente la testa per una persona, quando questi schemi vengono rispettati, ma il vero problema nasce quando uno di questi schemi viene meno.

Se potessi fare un esempio, ovviamente molto banale ma solo per rendere l’idea, direi che tizio X, sposato con la tizia Y, a un certo punto scopre che questa persona che ha sempre visto come una persona di successo in carriera, in realtà non è quella persona che aveva mitizzato. A seguito di questo, la persona esce dai sui schemi logici non più come quel modello vincente che metteva sicurezza, ma come una persona normale.

Una persona emotiva non reagirebbe con un tradimento a una cosa simile, ma un iperlogioco si.

Esempi così se ne sentono tantissimi, persone che perdono il lavoro e vengono lasciate, persone che cambiano lavoro o vengono declassate e casualmente perdono il o la partner.

Ovviamente questa è solo un esempio, per evidenziare alcuni aspetti logico razionali che possono in queste persone creare un buco nella relazione.

Non sono regole uguali per tutti, però servono a rendere l’idea. A differenza del tradimento dell’emotivo, che potrebbe andare con una persona semplicemente perché si è invaghito, il tradimento della persona logica difficilmente è affetto da ripensamenti, quindi quando lo fa, è veramente convinto che dall’altra parte sia tutto finito.

La cosa perà da sottolineare, è che non è detto che lasci la partner, perché necessita di sicurezze, e sa tranquillamente che non troverà queste nell’amante. Per ovvia deduzione, capiamo che una persona estremamente logico-razionale, non lascerà la partner, perchè in essa vedrà comunque la sua comfort zone.

Al contrario l’emotivo è più facile compa veri colpi di testa, mollando tutto, spesso anche per realzioni che non portano a nulla.

L’amante fisso è prerogativa delle persone logico-razionali, che cercano stabilità pure nei rapporti extraconiugali. Quindi è bene sfatare il mito degli emotivi fedifraghi e dei logici fedeli, perchè non solo non è reale, ma porta a sorprese inaspettate.

Link sponsorizzati

Lascia un commento

avatar