Riaprire un dialogo con gli ex, come fare e quando evitare

Ultimo Aggiornamento 28 Settembre 2020

Dopo mesi o anni da una rottura o separazione, capita che si voglia riaprire un dialogo con i vari ex.  Nulla di male, anzi, spesso è una cosa che mette in pace una parte di noi e dei nostri pensieri, e aiuta a vivere meglio le relazioni future e presenti, tuttavia, è importante sapere come fare.

Sia chiaro che non è obbligatorio farlo, ma per chi ha interesse ad andare “oltre”, risulta importante farlo con il giusti approccio, e soprattutto capire quando non ha senso provare. Ma veniamo subito ai fatti, senza perderci troppo in chiacchiere.

Link sponsorizzati

In alcuni casi sono proprio io a suggerire di fare “pace” con gli o le ex,  perchè di base una persona vorrebbe riaprire un dialogo per:

  • Riappacificarsi dopo una rottura brusca
  • Instaurare un rapporto di amicizia( tipico se i due andavano molto d’accordo prima)
  • Non avere storie in sospeso ( vedasi karma etc)
  • Per migliorare le relazioni future e presenti

L’ultimo punto citato, può sembra strano, ma in realtà non lo è. Se chiudete una relazione in modo burrascoso, spesso vi trascinate dietro quel conflitto nelle storie future, fare pace, mostrare una maturità che magari al momento in cui si è chiso non si aveva, è tutto.

Siamo tutti umani e tutti perdiamo la pazienza, non è strano quindi che al momento della rottura le persone siano in un modo e dopo cambino, spesso migliorando. Mettere un punto ad una storia chiusa, aiuta a togliere i conflitti emotivi e ad andare avanti.

Come agire

Se dovete riaprire un dialogo con un ex, dovete usare un po’ di tattica, so che non è molto leale ma serve. Iniziate con un messaggio neutro, da semplice “come stai” a ” come va spero tutto bene”, evitate il ” ti ho pensato/a”, perchè se la persona è fidanzata potrebbe fraintendere.

Se dopo il primo messaggio di apertura risponde ( i tempi sono soggettivi ), la cosa può andare oltre, se non risponde non insistete, consideratevi in pace con voi stessi e basta.

Ora inizia la fase più difficile, dopo la prima risposta, che sarà ovviamente “sto bene etc”, almeno si spera, dovete mostravi come persone neutre e non più agganciate da sentimento, se non quello puramente umano, quindi no gelosie retroattive etc.

Argomenti da evitare

È fondamentale evitare alcuni argomenti specifici, preciso questo, perché si creerebbero inutili tensioni e a quel punto meglio evitare proprio di riaprire dialoghi con gli ex.  La prima cosa che non dovete fare è parlare dei motivi della chiusura del rapporto, questo proprio non ha senso.

Se una cosa è passata non appartiene al presente, quindi quel capitolo è chiuso. Bello invece parlare di cose fatte assieme divertenti, viaggi, avventure, o momenti piacevoli. Sconsiglio di trattare cose romantiche, per rispetto  del vostro partner  (se lo avete), o di quello del vostro ex.

Parlare di cose romantiche può far credere che volete riconquistare, ma questo articolo non parla di quell’argomento, ma solo di riaprire un dialogo. E per riconquistare questa strategia non funziona molto.

Motivi per cui non ha senso riaprire un dialogo

Se siete guidati dalla voglia di rivalsa o volete riparire vecchi battibecchi, non ha senso che perdiate tempo ed energie in questa impresa. Nella migliore delle ipotesi questa persona vi bloccherà, e comunque fare la figura delle persone poco sane emotivamente.

Altro motivo per cui a mio avviso non ha senso riaprire un dialogo, è la speranza di tornare assieme. In quel caso si devono seguire altre strade, e se è passato troppo tempo, per me non ne vale più la pena.

Il rischio è illudiersi di trovare una storia esattamente come l’abbiamo lasciata, ma la verità è che tutto cambia, anche in pochissimo tempo. I sentimenti sono onde, inutile negarlo, quello che c’era ieri non ci sarà oggi e non ci sarò domani. Nulla impedisce che i sia meglio il dopo, ma è comunque sbagliato l’approccio se questo è il nostro obiettivo.

Quando è meglio evitare

Se volete riaprire un dialogo ma la persona con cui avete chiuso, ancora dopo mesi o anni vi ha bloccati e non ha mai pensato di sbloccarvi, beh evitate. Abbiamo fatto un ottimo articolo su questo argomento, quindi non ha senso ripetersi, brevemente però vi faccio presente, che se una persona vi blocca e vi tiene bloccati per mesi o anni, senza che ci sia una ragione reale, beh quella persona non sta bene di testa.

Quindi ogni tentativo di riaggancio o dialogo verrebbe ignorato, passate oltre, non eravate voi quelli “sbagliati”.

Concludo dicendo che io credo molto nella riapertura del dialogo, anzi spesso la consiglio come modo per andare oltre a determinate situazioni, ma a patto che questa sia guidata da sane intenzioni, e che abbia i presupposti per essere fatta.

Link sponsorizzati
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x