Pericoli di facebook sottovalutati


Ci è arrivata una email molto particolare, che merita una risposta. Quindi come al solito, leggete il testo della mail e poi la spiegazione, per capire bene di cosa parliamo, altrimenti se leggete solo il titolo, rischiate di perdervi in un mare di pensieri inutili, Ed ecco il testo della mail

Link sponsorizzati

Carissimi di spaziodating, vi scrivo per sapere cosa ne pensate del servizio delle iene, riguardo quella coppia pugliese, dove il marito menava la moglie perchè l’aveva cancellata da facebook. So che voi avete sempre tanto criticato facebook, ma al tempo stesso lo avete consigliato per fare nuove amicizie, come fate a gestire questa dualità. Grazie

Come al solito ringrazio sempre chi ci scrive per chiederci consigli o semplici opinioni, detto questo, devo dirti che non ho visto questa puntata delle iene, perchè mi dimentico sempre di guardarle, pur stimandoli tantissimo. Quindi la mia risposta non sarà su quel caso specifico che non conosco, ma generica.

Pericoli  facebook

Facebook sarebbe lo strumento ideale in un mondo non popolato da esseri umani. Si, hai letto benissimo, perchè siamo arrivati ad un punto, dove le cose logiche sono diventate illogiche. Un uomo se molto geloso, con Facebook, può letteralmente esaurirsi. Ma le donne stesse, spesso  passano troppo tempo sui social e condividono cose che non dovrebbero.  Ammetto che la cosa mi fa ridere, sono poi le stesse persone che pretendono la privacy,  quando sui social sbandierano tutta la loro vita.

Il caso che menzioni, parla di un episodio molto grave, non l’ho visto, ma se lui è arrivato ad usare un linguaggio di tipo fisico con sua moglie, credo che non sia solo Facebook la causa.  Tuttavia, Facebook può letteralmente farvi litigare con persone che conoscete da una vita.  Le coppie troppo gelose non dovrebbero utilizzare tale tecnologia, mi dispiace scrivere certe cose, ma  è vero. Ognuno deve conoscere i propri limiti, se sei un Otello dei giorni nostri, devi stare lontano dai social. Attenzione però, non diamo sempre e solo la colpa agli uomini,  perchè conosco moltissime coppie infelici a causa dei flirt nati proprio da Facebook.  Inutile prenderci in giro o usare giri di parole, molte donne amano usare i social per mettersi in mostra, e spesso sono proprio quelle felicemente sposate o fidanzate.

Tuttavia, questo non deve e non può giustificare comportamenti incivili e medievali da parte dei rispettivi compagni. Ma se analizziamo a cosa oggi serve Facebook, ci rendiamo conto che non serve assolutamente a niente, anzi ha rubato e ruba moltissimo tempo libero e relazioni sociali. Oggi non ci si conosce quasi più dal vivo, le discoteche per molti sono solo un posto dove parcheggiarsi o sballarsi, e questo è totalmente contro chi vorrebbe andare a farci conquiste. Facebook, ma tutto il sistema social in generale, serve a togliere umanità ai rapporti, a renderli freddi, veloci o schematici.

Proprio come quando cerchiamo una cosa sul web, digitiamo e vediamo 30  o 40 risultati, magari poi non ce ne va bene nemmeno uno, ecco così, stiamo facendo con i rapporti interpersonali, ma prima o poi ci accorgeremo che il sistema non può durare, e il tutto collasserà. Quando ho elogiato i nuovi social come modi per conoscere gente, non li ho mai sostituiti all’essere umano. Questo non è un fattore da trascurare, perchè quello che ci appare dietro uno schermo, non sarà mai come dal vivo, dove milioni di fattori entrano in gioco, tra cui anche il solo odore della pelle che una persona ha. So che sembra stupido, ma chi ha provato ad avere più di un solo partner capisce bene di cosa parlo. Le alchimie reali arrivano solo dal vivo.

Spesso si mettono in guardia i più giovani dai pericoli del web, ma a mio avviso sono i più grandi ad essere le peggiori vittime di tutto questo. Vedo donne sposate postare stati che nemmeno una dodicenne metterebbe,  uomini che diventano tutti filosofi copiando le frasi di altri ( che spesso nemmeno capiscono), e in ultima analisi, oggi sono tutti incredibilmente interessati alla politica. Come se la loro presenza sul web, fosse fondamentale, come se senza di loro il mondo non potrebbe più girare.

Il caso che mi hai riportato, 10 anni fa sarebbe stato un episodio isolato, anzi probabilmente raro, oggi sono certo che ce ne sono molti altri simili. Facebook, andrebbe abbandonato, so che non volete leggere una cosa simile, me ne rendo conto, ma  è la verità, se i vostri amici vi cercano, vi possono trovare ugualmente, se non vi cercano senza Facebook, avete amici per modo di dire.  Quando dico questa cosa in tanti, storciono il naso, sembra che senza Facebook, la loro vita non possa continuare. Mi chiedo quale beneficio avrà portato mai alle loro vite questo social.

Se volete tornare a vivere da esseri umani, dovete agire da esseri umani, fino a quando  informatizzerete pure i sentimenti, sarete senza scampo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Pericoli di facebook sottovalutati

  • Simo Shingo

    Ti ammiro per questo articolo che condivido in toto: io ero un poveretto fissato coi socials e stavo malissimo, perché non riuscivo a concludere nessuna amicizia (o amore). Bene, ormai sono un paio di mesi che ho deciso di cambiare stile di vita, esco molto spesso e… in questi mesi, ho fatto più amicizie che in molti anni. Sono rinato.