Spiare il partner che tradisce è corretto?


Ieri ho ricevuto una mail da una lettrice, in questa mail  che ora potrete leggere mi viene chiesta una cosa molto delicata.

Link sponsorizzati

Ciao ti scrivo perchè ho bisogno di chiederti un consiglio, il mio lui mi tradisce e l’ho scoperto spiandolo. Ho usato ogni mezzo dalle investigazioni private ai cellulari, insomma l’ho controllato. Solo che ora che conosco la verità non ho il coraggio di dirglielo perchè capirebbe che l’ho spiato che ne pensi?

Purtroppo quando si invade la privacy di un’altra persona, si commette sempre un gesto che fa passare spesso dalla parte del torto. Mi rendo però conto che  se una persona sospetta un tradimento, questi mezzi  sono gli unici per scoprire qualcosa di concreto.

In una situazione come questa purtroppo si è in bilico tra due grossi problemi:

  • Dire la verità e rischiare di passare nel torto perchè si  è invasa la privacy del partner
  • Fare finta di nulla e cercare di beccarlo in flagrante.

Sinceramente credo che una persona spiata, difficilmente accetti di avere torto. Quindi se anche lui ammettesse di tradirti di fronte a prove certe, agirebbe per vendicarsi della mancanza di rispetto della sua privacy.  Il punto è che se un uomo tradisce in modo assiduo sa che prima o poi verrà scoperto, ma se lo si fa con mezzi poco leciti, lui potrebbe usare questa cosa a suo favore.

Ritengo che in una situazione simile, prendere una decisione non sia facile,  sicuramente una volta che si hanno prove tangibili del tradimento è un attimo farsi trovare nei posti che frequenta lui con l’amante e fingere che sia una casualità, ma si devono fare le cose con calma.

Comprendo che quando si realizza che la persona che abbiamo magari sposato ci tradisce il primo istinto è sempre quello di agire, ma non sempre l’impulsività è la strada giusta. Infatti sopratutto in questo caso, meglio farlo cadere nella sua stessa trappola. Solo così si potrà avere la certezza di avere la piena ragione.

Eticamente parlando non sono proprio contro ” lo spiare” il partner, ma ritengo sia comunque una totale mancanza di rispetto.  Premetto che una persona che tradisce sicuramente non sta rispettando la partner, ma spiare potrebbe peggiorare le cose.

Nello specifico, se spiare il partner porta a prova serie e concrete, allora il problema  si risolve, perchè sia che tradisca o che si abbia la conferma che non tradisca, la situazione si risolve.

Ma in tutte quelle situazioni che rimangono a metà? Quanti dubbi ulteriori potrebbe mettere utilizzare questo sistema?

Non tutti i tradimenti sono facili da scoprire, almeno che non abbiate molto denaro da spendere in investigatori privati. Per questo non gradisco particolarmente questo genere di cose, e credo siano soluzione estreme. Va detto però che effettivamente esistono condizioni, dove le uniche alternative sono proprio l’utilizzo di mezzi di questo tipo.

In una situazione come quella della mail ricevuta, credo che convenga cercare di beccarlo con le mani nel sacco, solo così si avrà la certezza di poter essere al 100% nella ragione. Tanto una volta che si è certi che il partner tradisce, non vi è necessità di fare le cose tutte in modo impulsivo, molto meglio ponderare e agire poi di conseguenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *