Sedurre chiunque con l’utilizzo del dubbio

Ultimo aggiornamento 14 settembre, 2018 at 06:12 am

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Quando ci interessa qualcuno uno dei primi errori che commettiamo è quello di non capire come agire. Tuttavia se ci riflettiamo e pensiamo alle nostre storie passate, possiamo anche da soli capire cosa ci ha sedotto di quella persona. E spesso la cosa che ci ha sedotto di più, e il dubbio, ovvero capire se veramente piacevamo, se avevamo fatto una buona impressione, o se non eravamo piaciuti. Tutto questo fa parte del dubbio, dove non ci sono certezze, c’è la seduzione.

Se vi fermate un attimo a riflettere e pensate le vostre storie passate o magari a quelle presenti, vi rendete conto che avete perso più tempo dietro a persone che non vi hanno mandato  messaggi chiari da subito rispetto a persone che vi hanno subito corrisposto, anzi in molti casi le persone che sono state da subito disponibili, sono diventate presto un qualcosa di cui non avevate più tanta voglia, mentre le persone che vi hanno tenute lì sul filo sono quelle che vi hanno fatto penare. Queste emozioni alla fine seducono perché la sfera emotiva umana e quella che si coinvolge molto di più della sfera logica e razionale.

Ma come possiamo replicare queste emozioni in maniera intenzionale? Beh non è affatto semplice, soprattutto se non si è allenati a farlo si rischia di fare la figura dei fessi, perché noi non dobbiamo agire sulla sfera logica o sulla sfera razionale di una persona, perché se  diciamo ad un uomo o ad una donna mi piaci ma non so se mi piaci, questa ci prende per stupidi certo non si seduce o innamora.

Parte emotiva vs parte logica

Quindi dobbiamo agire solo sulla parte emotiva! La parte emotiva e quella che si coinvolge, ed è quella che subisce in maniera preponderante le emozioni. Quindi è importante tenere a mente che tutto quello che dovremmo fare non sarà legato alla sfera logica e alla sfera razionale ma alla sfera emotiva. Quindi potremmo utilizzare nel caso stessimo interagendo dal vivo, la gestualità e la comunicazione non verbale, per esprimere un concetto diverso da quello che stiamo dicendo.

Per fare un esempio un po’ banale e un po’ ridicolo, io potrei dire che non mi piacciono le ragazze bionde con fermezza, ma al tempo stesso notare una bionda e guardarla per un attimo con interesse, questo ad una persona che mi ha davanti non sfugge, e la parte logico razionale la minimizza, mentre la parte emotiva la nota. Ovviamente questo è un processo inconscio, che a volte può essere anche un processo conscio ma molto  più difficile che lo sia.

Tuttavia se vi fermate due minuti e mezzo a guardare una bionda che passa mentre parlate con una donna questa non pensera’s olo che siete maleducati, quindi dovete imparare ad attuare la comunicazione non verbale, parentesi già trattata in questo blog, e altre tecniche di comunicazione indiretta, perché tutto quello che voi comunicherete in maniera diretta diventa logico, diventa razionale e non seduce.

Piu’ facile a dirsi che a farsi

Purtroppo non vi nascondo che è molto difficile mettere in pratica queste tecniche, anche perché non sempre funzionano, e molte persone sono veramente poco emotive e non vengono coinvolte, altre sono completamente logico-razionali e quindi anche lì c’è molta più difficoltà, tuttavia diciamo che funzionano in molti casi, quindi sta a chi tenta di sedurre capire chi ha davanti. E’ la stessa cosa per quando si studia, tra la pratica e la teoria c’è sempre un po’ di differenza. Però avere una piccola teoria che ci spieghi come agire e sicuramente è meglio che chiudere gli occhi e buttarsi nel mucchio.

Il potere del dubbio è qualcosa di incredibile a livello seduttivo, pensate solo a quante volte avete chattato con una persona che aveva un alone di mistero che non vi diceva tutto, e venivate sempre più coinvolti, stessa cosa accade dal vivo. Ripeto bisogna anche saper attuare la strategia, ma le certezze non seducono nessuno. Non potrete capire quanto il dubbio possa sedurre fino a quando non proverete a usarlo o a subirlo, e al tempo stesso non potrete capire quanta sofferenza causi fino a quando non saranno gli altri a somministrarcelo.

Simona B.

Laureata in filosofia, con da sempre la passione per le tematiche di dating. Amante degli animali, del buon vino e della bella musica, attenta alle dinamiche psicologiche e comportamentali umane

Lascia un commento

avatar