Approccio con le donne

Per molti di voi  approcciare con una donna sarà semplice, ma per molti altri questo rappresenta un serio problema. Tutti sono bravi più o meno sul cosa decidere quando sono già avanti con un appuntamento, ma a romper eil ghiaccio sono bravi davvero in pochi. Quante volte avreste voluto parlare proprio con quella ragazza che vi piace tanto e avete rinunciato? Credo che anche se alcuni stentano ad ammetterlo in tanti si sono trovati in questa situazione.  La cosa divertente (si fa per dire) in questa situazione è che persone spigliatissime in ambito lavorativo, sembrano non avere nessuna confidenza quando si tratta di parlare con una donna. E’ un fenomeno molto diffuso e abbastanza serio, quello che può sembrare una cosa da nulla se non affrontata può portare a rimanere single anche per lunghi periodi.

Link sponsorizzati

approcciare-con-donne.jpg

Approccio ed emozioni: esperienza

Se rientrate tra quelli che si emozionano tantissimo quando devono approcciare con una donna, sicuramente avrete notato in voi dei cambiamenti fisiologici in quei momenti: – Aumentata frequenza cardiaca -Sudorazione -Mancanza di concentrazione -Sensazione di crampi allo stomaco -Vuoto nella mente( in alcuni purtroppo a prescindere) Non dovete preoccuparvi più di tanto, ma dovete comprendere che questo fenomeno vi causa dello stress, e come tale va controllato. Inutile dire che molte persone vedono il parlare con una donna come un esame, questo scatena in loro preoccupazioni maggiori immotivate, visto che tutto sommato parliamo di un semplice dating.

Il muro invisibile

La sensazione di muro invisibile rende benissimo l’idea, pensate infatti a quanto vi sentite limitati nell’andare a parlare con una donna, proprio come se vi dividesse un muro. Può sembrare  una cosa banale, ma le persone che hanno questa difficoltà nell’ iniziare un approccio non ci ridono affatto sopra. Il problema a mio avviso più grande nasce quando gli amici, vi spingono a farlo, in quel caso invece di sbloccarsi accade l’esatto contrario ed il muro diventa una fortezza. La soluzione a tutto quest esiste ma non è quella di farsi forzare da altri. Si dovrà sostituire la tensione con il relax, creando in voi la sicurezza adatta per la situazione, non vi nascondo che servono tempo ed esercizio, ma tutto sommato  è anche un piacevole passatempo.

Ascolta te stesso

Imparare ad ascoltare se stessi  è la chiave di tutto. Quando si manifestano i segnali classici che vi impediscono di approcciare, dovete prima di tutto comprendere che fanno parte di voi, solo così prenderete consapevolezza che per uscire con una ragazza o semplicemente per parlarci la prima cosa che dovete fare è conoscere bene voi stessi. Col tempo la consapevolezza delle vostre reazioni, vi spingerà lentamente ad ignorarle, so che può sembrare banale ma il capire di avere un problema è la prima via verso la risoluzione.

Essere presenti

Perdere lucidità in questi momenti è facilissimo, dovete concentrarvi su voi e lei. Se iniziate a pensare a cosa potrebbero dire gli altri o i  vostri amici non vi muovete più.  Tantissime persone si sentono legate al fatto che se fanno una brutta figura gli amici potrebbero perdere stima in loro, ricordatevi che queste sono cose del tutto insensate, dovete quindi pensare a voi stessi e alla donna che avete in mente.

Trattala come un amico

Se iniziate a pensarla in questo modo avrete vita facile, il pensare all’approccio come se stesse parlando con un amico potrebbe realmente facilitarvi la vita. Oltretutto quasi tutte le donne odiano gli uomini che le mettono su di un piedistallo solo per abbordarle, quindi ne trarrete anche un beneficio in termini di successo. Ricordate sempre che il dating e tutte le sue relative problematiche sono quasi sempre un fattore psicologico più che fisico, non potrete piacere a tutte, ma nemmeno essere rifiutati da tutte. Cosa aspetti?

Link sponsorizzati

{ 2 comments… read them below or add one }

testadura dicembre 27, 2014 alle 21:33

non sono brutta…non sono completamente stupida…..credo di non essere antipatica……perche’ sono esattamente cinque lunghi anni che sono praticamente sola?

Rispondi

spaziodating dicembre 27, 2014 alle 21:52

Non sempre si è soli/e per un motivo. A volte si compie una scelta, altre non ci si rende nemmeno conto di averla compiuta. Una cosa che salta all’occhio dal suo commento è questo cercare una spiegazione in cose base, l’essere non brutta, intelligente e simpatica. Tuttavia, a volte questi 3 cardini non sono i motivi della solitudine. Ad esempio, lei come si rapporta con quelli che la corteggiano? Spesso non ci rendiamo conto, ma siamo proprio noi a voler stare soli, o a creare le condizioni per esserlo

Rispondi

Leave a Comment