Come conquistare una donna single: primi passi ed errori


Spesso mi capita di parlare con uomini, che si lamentano di quanto le donne single, siano difficili da conquistare. Anche se non sono daccordo con la loro idea, ammetto di appoggiarla quanto meno in parte. Ovvero non ritengo sia difficile conquistare una donna single, ritengo sia difficile trovare una donna single che realmente cerca un uomo.

Link sponsorizzati

So che sembra che io abbia scritto una cosa fuori dal mondo, e probabilmente qualcuno penserà, che abbia scritto questo sotto l’effetto del vino, ma purtroppo non tutte le donne single realmente cercano un uomo. Nello specifico, per fare un discorso serio che possa realmente aiutare tutti a comprendere, dobbiamo dividere le donne single in due grosse categorie. La prima categoria, riguarda quelle che sono single, spesso per scelta e cercano davvero compagnia, che poi questa compagnia che cercano, sia solo per una notte o per storie lunghe non ci importa. La seconda categoria, riguarda quelle donne single, ma che amano farsi corteggiare da mille uomini, senza però mai voler concludere con nessuno.

Le brave ragazze

Quante volte abbiamo sentito o detto ” quella è una brava ragazza”, questa frase vuol dire tutto e non vuol dire nulla. Chi definiamo una brava ragazza? Quella fedele? Quella che si concede? Ovvio che questa definizione oltre a non servire a nulla, è prettamente basata su gusti personali, ma ho citato questa cosa, proprio perchè spesso, la brava ragazza, ovvero quella che non si concede e sembra pudica, non lo è. La seconda categoria di donne single al quale ho fatto riferimento sopra, rientra spesso in questa categoria. Queste donne, vivono il loro status di single, come un modo per appagare il proprio ego, e farsi corteggiare da tanti uomini, che ingenuamente sperano di concludere. Inutile dire che se una donna vuole solo mettersi in vetrina, non ha alcun interesse ad andare con nessuno, tranne se non ha modo di trovare proprio l’occasione d’oro,  del ragazzo che corrisponde proprio ai suoi canoni, o peggio a quello che corrisponde ai suoi interessi.

Le donne single oggi

Oggi essere single per una donna non  è più motivo di vergogna, anzi è diventato quasi un motivo di vanto. Quindi in una situazione dove essere intraprendenti e autonome risulta essere un pregio, alcune donne invece di gioire di questa libertà, la sfruttano per sfruttare qualche ragazzo ingenuo, o per pompare il loro ego, illudendo quanti più uomini possibili. Noterete che spesso la donna single  è quella che si cura più di quella fidanzata, sopratutto oltre un certo target di età. Questo fenomeno è abbastanza chiaro, e dimostra come spesso l’essere single per una donna è quasi meglio di essere fidanzata. Perchè dico questo? Dico questo, perchè in teoria una donna fidanzata, dovrebbe curarsi ed essere sempre bella quanto una single, perchè ogni giorno dovrebbe rinnovare la passione del suo uomo, ed invece spesso accade il contrario. Quindi l’uomo che vuole conquistare donne single, deve sapere che oggi, questa categoria di donne, non è affatto sprovveduta, o alla ricerca disperata di un uomo.

L’uomo single oggi

Non sempre l’uomo single lo è per scelta. Purtroppo spesso l’uomo single, è costretto ad essere single, e questo lo mette in pesante svantaggio nei confronti della donna. Per farvi un esempio concreto, immaginate due persone, uno si mette a dieta, l’altro non mangia perchè povero, tra i due, sicuramente anche se avranno entrambi fame, quello più famelico, sarà quello costretto a non mangiare per colpa della povertà. Questo è esattamente il problema dei single italiani, le donne spesso decidono e hanno la possiblità di scegliere, gli uomini spesso non decidono e non possono scegliere.

Conquistare una donna single  è possibile?

Ovvio che è possibile conquistare una donna single, ma serve essere ben consapevoli di questi squilibri. Vedo troppi ragazzi, convinti che basti avere una bella macchina, o essere carini, per conquistare tutte le donne del mondo. Purtroppo però come già detto plurime volte in tanti articoli, se così fosse, non avremmo così tanti singles. Un uomo che realmente vuole mettersi in gioco, deve prima di tutto conoscere il suo obiettivo, perchè  a seconda dell’età e del tipo di donna, ovviamente cambiano gli interessi e gli approcci. Se non mi credete, provate ad approcciare una donna di 30+ anni come approcciereste una di 18 e vedete cosa succede.

La confidenza

Un uomo che vuole imparare a conquistare una donna, deve necessariamente essere un uomo capace di mettersi in gioco, spesso invece, questo non accade. Quando  un uomo torna ad essere single, dopo un matrimonio, spesso si svilisce, e diventa il classico che ci prova pure con le porte del bagno. Questo alle donne non accade, e non accade, perchè loro a differenza dell’uomo, mantengono sempre la dignità, conscie del fatto che hanno un “potere” che permette loro di scegliere.

Ma di chi è la colpa?

Se un uomo deve farsi tutte queste paranoie, diventare mezzo psicologo,imparare la comunicazione non verbale, la seduzione etc. è solo colpa sua. Si perchè se si evitasse di erigere a dee dell’olimpo donne che non lo meritano, tutto questo non accadrebbe, invece una buona percentuale di uomini,  è sempre li che supplica le donne o peggio ci prova come un disperato. Capite bene che in una situazione dove la domanda è maggiore dell’offerta quell’offerta, c’è poco spazio per dettare regole, ed infatti le regole le fanno le donne.

Quindi se un uomo è single, che lo sia per scelta o meno, deve prima di tutto avere confidenza con se stesso, imparare che in questo gioco non comanda affatto lui, e diventare un vero e proprio seduttore. Roba non da poco vero? Se pensate che ad una donna qualsiasi basta mettersi una minigonna due tacchi e sicuramente se vuole passare la nottata in compagnia non avrà alcun problema. Chi è causa del suo male … etc etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *