Sei ancora single? Forse è colpa tua


Quante persone si lamentano di essere single? Scommetto che tutti ne conosciamo almeno 2, per non parlare poi di quelli che  si lamentano ma non fanno nulla per cambiare la loro vita.

Link sponsorizzati

Essere single oggi non è più una vergogna sopratutto per le donne, quindi se siete felici di essere single, non c’è assolutamente nulla di male, anzi potreste vivere la vostra vita da single nel migliore dei modi.

Il problema nasce quando non si è felici di essere single. Ma perchè si è single?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo fre due grosse distinzioni. Chi sceglie di essere single ovviamente, non lo dobbiamo considerare in questo articolo, ma dobbiamo considerare due categorie.

  • I single che sono stati lasciati
  • I single incontentabili

Spesso la seconda categoria, comprende quelli che si lamentano di più. Questo tipo di singles, non riesce a trovare la persona giusta perchè ha degli standard che spesso sono inesistenti. Ad esempio nel caso delle donne, alcune vogliono l’uomo bello, ricco, paziente e che sia al loro servizio. Nel caso degli uomini, spesso questa categoria di single pretende di avere la donna più bella del mondo, che sia anche totalmente al suo volere.

I single che invece sono stati lasciati, hanno di solito due tipo di reazioni. Un primo gruppo inizia a cercare assiduamente un’altra persona anche a costo di mettersi con quella sbagliata. Il secondo gruppo, ovvero quelli che hanno tutta un’altra reazione, semplicemente si godono quel periodo da single dedicando del tempo a se stessi.

Il problema però, è che spesso chi si lamenta di essere single,  non si rende conto che parte della colpa è proprio sua. Ovvero, se una donna pretende l’uomo perfetto, che sia bello come il suo idolo, simpatico, ricco e che la accontenti in tutto, resterà sola a vita.

Idem per quegli uomini, che pretendono che la modella più bella del mondo vada da loro mettendosi totalmente al loro servizio. Questi casi, sono ovviamente estremizzati, ma il mondo  è pieno di singles che hanno pretese assurde.

Quando ci si lamenta di essere single, si dovrebbe capire perchè si  è singles. Sei single perchè non piaci alle donne? Come mai? La risposta spesso non è nell’aspetto fisico, ma in altro. Se realmente si vuole a tutti i costi trovare una persona con la quale sposarsi o fidanzarsi, si deve analizzare le cose in modo razionale.

Per farlo, si deve fare molto autocritica, e spesso non si è capaci di farlo. Il miglior modo per capire come siamo  è quello di chiedere ad un amico o amica fidata, quali sono i nostri difetti. Purtroppo noi tutti spesso non li vediamo, e questo a volte ci evita di aprire relazioni anche importanti.

Essere single oggi è per alcuni motivi di vanto, ma se proprio non volete essere più singles, beh almeno non lamentatevi ed iniziate a lavorare sul problema.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 commenti su “Sei ancora single? Forse è colpa tua

  • Ruggero

    Non concordo.

    Salve, mi riferisco a quanto scritto in questo paragrafo (Sei ancora
    single? Forse è colpa tua) io faccio parte della categoria di quelli
    che non si accontentano e lasciati, ma no perchè cerco la top ma
    cerco una donna che mi piace, garantisco che questo tipo di donna è
    tutto tranne che apparisciente sexi ecc. deve attirare la mia
    attenzione, ma c’è purtroppo un particolare ce mi frena totalmente…
    sono tremendamente timido, sono quasi completamente bloccato, non
    riesco a intraprendere un dialogo duraturo appena conosciuta la
    donna,supero questa fase quando comincio a prendere confidenza.
    L’aspetto personale lo curo abbastanza. Mi può dare qualche consiglio
    per superare il primo impatto??
    Grazie.
    Complimenti per il sito.
    Saluto     

    • spaziodating

      Salve, effettivamente sollevi un punto che abbiamo trattato più volte. Non sempre le persone son o single solo per i punti citati in questo articolo. 

      La timidezza e lo dico molto sinceramente pregiudica la vita sentimentale anche a livello serio. Esistono persone talmente timide che realmente perdono tutte o quasi le occasioni. Il tuo commento  è  molto interessante, perchè il tuo problema riguarda veramente tantissime persone. Come credo tu saprai, le donne non hanno questo problema, perchè in italia ( dico in italia perchè  è una prerogativa praticamente solo nostra) non devono fare nessun primo passo e tranne casi rari amano essere corteggiate.

      Un uomo che non è capace di instaurare un primo dialogo effettivamente incontra moltissimi problemi, e questo  è stato detto tantissime volte in questo sito. Mi fa molto piacere che tu porti una tua testimonianza riguardo questa tematica, perchè ti assicuro che molti sono convinti che conti solo l’aspetto fisico, ma invece come  è stato detto centinaia di volte serve dialogo.

      Per bypassare questo tuo problema hai due strade. La prima è quella di capire che se permani nella paura di fare, alla fine non farai nulla, e se realmente aspiri  a cambiare il tuo status da single ad impegnato, dovrai fare un piccolo compromesso con te stesso. La seconda è quella di affrontare la cosa in modo differente.

      Ammettiamo che il tuo problema sia nel dialogo verso donne sconosciute. Mi spiego meglio, se la tua timidezza è soltanto con donne estranee  che ad esempio incontri in vacanza o discoteca, il tutto si risolve usando la classica spalla. Ovvero un amico che ti regga il gioco. Ovviamente questo metodo va bene fino a quando non hai acquistato fiducia.

      Se invece la tua timidezza  è verso ogni tipo di donna probabilmente  ti sottovaluti, o peggio, hai una paura estrema del rifiuto. Ti dico subito che avere paura del rifiuto  è molto comune, anche se molti non lo ammettono. Quindi se il problema  è di questo tipo devi lavorare sul tuo modo di approcciare.  Evita approcci troppo diretti, che possano metterti in condizione di sentirti rifiutato, in parole molto semplici non approcciare subito per provarci, ma instaura un semplice dialogo, questo  se andrà oltre lo capirai da solo.

      Questo metodo meno diretto è formidabile e sopratutto non ti fa sentire ” sotto esame”. Se invece il problema è che ti sottovaluti, ricordati che spesso ci vediamo peggio di quello che siamo.

      Ricorda solo, che un rifiuto non è nulla, se una donna ti dice no, ne esistono altre 50000000000, quindi non fissarti mai troppo. Ovviamente se sei cotto di una in particolare beh, li  il discorso è più profondo e sicuramente merita considerazioni differenti che detto sinceramente in questo sito non trattiamo. Una cosa  assurda che molti uomini  non riescono a capire,  è che un rifiuto non è la fine del mondo, anzi, magari è l’occasione buona per andare  a trovare di meglio. Inutile sottolineare quanto sia patetico un uomo che dopo un rifiuto insiste allo sfinimento, questo è davvero un errore da non fare, perchè svendersi? Tutti hanno un valore molto alto, ma chi si svende lo butta completamente via.

      Sono certo che lavorando sui tuoi punti deboli, non solo troverai quello che cerchi, ma ti renderai conto di quanto sia una esperienza divertente e non traumatica.

      • Ale

        Bellissime parole, peccato che all’atto pratico non riesco a fare granchè. Io ho 38 anni, sono tornato single dopo un matrimonio finito dopo un anno. Purtroppo tutte le amicizie che avevo si sono perse, ognuno è andato per la propria strada. Lavoro in ferrovia, e sui treni di ragazze carine ce ne sono parecchie. Peccato che nessuna mi consideri, e tutte le volte che ho provato un piccolo approccio buttando la parola, mi è sempre andata male, anzi, sembra dia fastidio.
        A quali conclusioni sono giunto? Sono rassegnato, penso che rimarrò solo per tutta la vita.Non ho più voglia di provare a cambiare ambienti, e non ne ho più nemmeno il coraggio, tanto le persone hanno tutte il loro gruppo o sono quasi tutte impegnate. Avevo provato con la palestra e anche con il volontariato o con dei corsi, persino con un’agenzia matrimoniale ma è stato tutto tempo e soldi sprecati.
        La mia ex moglie l’avevo conosciuta sul web ma purtroppo non è andata a buon fine..Se solo avessi qualche amico più estroverso che mi aiutasse a conoscere qualche bella ragazza forse le cose cambierebbero..ma non ho amici estroversi single, quelli che conosco sono già sistemati…e nemmeno le loro compagne hanno amiche carine da farmi conoscere…..da sistemare resto solo io, e la gente mi considera uno sfigato, faccio pena, una persona disadattata e da curare perchè soffro di ansia e anche di depressione…
        Ho smesso persino di andare nelle chat. Incontro solo ragazze superficiali e curiose che si approfittano di me e mi offendono pure sentendo il mio problema, forse perchè sono troppi sincero, dovrei essere più bugiardo e mentire, diverrei più attraente…
        meglio che mi rassegni a questo punto..si vede che non è destino.
        saluti.

      • frank

        bah io sinceramente sono sempre stato poco d’accordo riguardo questo tipo di discorsi….si attribuisce sempre tutto alla timidezza o al non saperci fare ma non è una questione di timidezza nè di non saperci fare…. conosco moltissimi timidoni imbranati che hanno tranquillamente la ragazza …..è tutto un fatto di CIRCOSTANZE ed OCCASIONI giuste che alcuni riescono fortunatamente a trovare mentre altri no, o cmq molto più tardivamente….bisogna solo avere la fortuna ritrovarsi nel contesto giusto,al momento giusto,con una data persona e con tutta una serie di combinazioni favorevoli…tutto qui!!! non esiste alcuna tecnica di conquista(peraltro mica la ragazza è una roccaforte!!!!) bensì solo situazioni propizie che mettano nelle opportune condizioni di instaurare un legame in maniera quanto più spontanea e naturale!!!è questo il discorso……

  • anonym

    Ascoltate, io appena incontro un ragazzo libero e che potrebbe piacermi subito mi faccio notare, mi faccio avanti…se quello mi dice che non gli piaccio cosa devo fare? Non è che mi arrendo, mi farò avanti anche in futuro, però se sono single è perchè gli altri mi hanno detto di no, quindi non mi si può dire che è colpa mia. A volte ci ho provato pure con ragazzi che non mi piacevano (questo per far capire che non è vero che cerco chissà chi) e mi hanno detto di no pure loro! Alcuni si sono pure spacciati per gay per non dirmi in faccia che non gli piacevo!

    • spaziodating

      L’articolo è rivolto agli uomini, nelle donne spesso i problemi sono differenti. Un approccio aggressivo ad esempio per assurdo spesso “spaventa gli uomini”. Ammetto che il fatto che si provi ad approcciare con persone che non piacciono è molto strano, rende la conquista come un atto dovuto, quasi obbligatorio, e questo sicuramente incide negativamente sul risultato finale. Infatti, per quanto possa sembrare strano, sarebbe da capire prima di tutto come mai si vede la ricerca di un partner come un atto dovuto, e poi semmai lavorare sul come. Insomma è un discorso che è ben distante dai motivi che rendono single un uomo