Confessargli un tradimento


Come ogni tanto accade, qualcuno ci scrive in privato, chiedendo consigli su cose anche molto normali, ma che in quel momento possono sembrare uno scoglio enorme. Quindi rispondiamo pubblicamente  a questa mail che abbiamo ricevuto.

Link sponsorizzati

 Buon pomeriggio,  mi chiamo Valentina  e vi scrivo per un piccolo consiglio. Ho il fidanzato da oltre 15 anni, e ora dovremmo sposarci, solo che lui  mi ha chiesto un favore insolito, ovvero di dirgli se l’ho mai tradito in questi anni. La verità è che io l’ho tradito ripetutamente soprattutto nei primi anni del nostro rapporto, ma non ho il coraggio di dirglielo, voglio però sottolineare che io lo amo davvero e che questi piccoli tradimenti sono solo errori di un passato che non tonerà mai più. Che faccio glielo dico o evito? Grazie!!!

Inizio subito con il dire, che la richiesta del tuo futuro sposo è molto strana, quindi magari  o sospetta qualcosa e prima di fare il grande passo vuole essere sicuro, oppure è troppo attaccato al significato di matrimonio, e lo vede come una amnistia ai “peccati” precedenti.  In entrambi i casi è una richiesta strana.

Confessargli un tradimento

Finita la premessa analizziamo bene cosa fare. Tu dici di averlo tradito ripetutamente , e con maggiore frequenza nei primi anni del rapporto, ma non hai escluso di averlo tradito di recente, quindi una domanda la voglio fare anche io a te, sei sicura di volerlo sposare? Se la risposta è si, ti invito comunque a riflettere, perchè questi tradimenti non penso siano capitati per caso,  quando si tradisce non è che si scivola in una buca, ma si sceglie di farlo.

Quindi è bene capire come mai hai sentito la necessità di andare con altri uomini, pur essendo fidanzata. Una volta risolto questo enigma si possono fare passi avanti, perchè  è brutto da dire,  ma l’errore più grande che potresti fare è sposarti con una persona che non ami. Quindi è fondamentale capire se queste avventure sono il frutto della noia, o della poca attrazione tra di voi.

Dico questo, perchè in entrambi i casi si tratta di situazioni molto complesse che non possono essere risolte facilmente, anzi, spesso non possono proprio essere risolte.

Ma ora veniamo al punto chiave, ovvero se dirgli o meno la verità. Beh in tutta onestà io ti sconsiglio categoricamente di dirglielo, il motivo è molto semplice; lui una volta che avrà appreso che lo hai tradito per molti anni e plurime volte,  rimarrà incredibilmente deluso e non posso garantirti che vorrà rimanere con te, io sinceramente  non potrei biasimarlo.

Anzi a dirla tutta non so quale uomo accetterebbe di sposarti dopo una rivelazione simile.

Attenzione non ti sto colpevolizzando, sto solo dicendo che è inconcepibile per un buon 98% degli uomini. Quindi ora le strade da seguire sono solo due, la prima  è che ripensi ai motivi per cui lo hai tradito e decidi se realmente vuoi rimanere con lui,  la seconda fai finta di nulla e menti sui tuoi tradimenti sposandoti e cambiando “vita”.

Ricorda però che  non si può andare contro il prioprio istinto e la propria natura,  e prima o poi quando si reprimono certi sentimenti, questi col tempo saltano fuori.

Quindi, se non lo ami davvero  non sposarlo, ma se vuoi sposarti con lui, non dirgli la verità, tanto non sarebbe utile ai fini del rapporto e rovinerebbe tutto. A volte la soluzione migliore è non cercare soluzioni.

Link sponsorizzati